Terra mia

Un’altra lettera che getto via
per farne letto a un fiume di silenzi…
Un’altra strada che percorrerò
che non saprà
portarmi da te…

E sulla scia di quella nave va
la linea triste della nostalgia…
Vedo paesi in fondi di caffè…
Tu non ci sei…
Dove sarai?

È in quest’armonica che vibra
il suono antico della terra mia
che non trovo mai
dentro di me…
Se si potesse aprire un cielo
in questo muro che è il mio cuore
forse ti troverei…

Non passa un giorno che non sogno il sud
il sole caldo, il pane bianco, un bacio
il sale, il mare, le onde e gli occhi tuoi…
Ma poi tu chi sei?
Non ti ho visto mai…

Forse la terra mia è già qui
in questa musica che va

È in quest’armonica che vibra
il suono antico della terra mia
che non trovo mai
dentro di me…
Se si potesse aprire un cielo
in questo muro che è il mio cuore
forse ti troverei…
forse ti troverei…
la terra mia
forse ti troverei…